i Giovani con i Padri Somaschi     

 

Frammenti

di spiritualità somasca

a cura di Marco Volante

     
Pregava di essergli salvatore... 
 
 
 

Da "Vita di Girolamo Emiliani": “… spesso piangeva, spesso si poneva ai piedi di Gesù Crocifisso e lo pregava di essergli Salvatore, non giudice.”

Anche questo brano è estratto dal capitolo che è dedicato al periodo della vita di Girolamo successivo alla sua conversione e già da queste brevi frasi si coglie uno degli aspetti, dei volti di Dio Amore: la misericordia.
L’immagine di Girolamo che invoca Dio ai piedi del Crocifisso per chiedergli misericordia, é un’immagine molto forte, il Crocifisso rappresenta proprio il segno tangibile dell’Amore di Dio: il Figlio Suo in croce per amore nostro.

Spunti per la nostra vita:
Possiamo, specie in questo periodo di preparazione al Natale, sperimentare la misericordia di Dio con la riconciliazione, anche con il Sacramento della Penitenza, e nel contempo essere noi il segno della misericordia di Dio, perdonando il prossimo e creando le condizioni per una riconciliazione con gli altri, magari risolvendo anche situazioni vecchie che si trascinano da lungo tempo.
Ci sembra anche che possa essere l’occasione per riscoprire l’amore al Crocifisso, possiamo dire anche all’Abbandonato, accogliendolo nella nostra vita, come segno dell’Amore Divino.