i Giovani con i Padri Somaschi     

 

Frammenti

di spiritualità somasca

a cura di Marco Volante

     
Figlio ed erede... 
 
 
 

Da "Vita di Girolamo Emiliani": “… si insegnava, invece, che ogni uomo diventa dimora dello Spirito Santo, figlio ed erede di Dio …”.

Qui l’Anonimo ci parla della “Scuola” di San Rocco che Girolamo aveva aperto proprio per rispondere alla sua chiamata di servire in particolar modo i fanciulli abbandonati.
Ci colpisce la sintesi che l’Anonimo ci fa dell’insegnamento quotidiano di Girolamo ai ragazzi, avendo lui per primo sperimentato la paternità di Dio, insegna ai suoi ragazzi a riconoscere in ogni uomo la presenza di Dio.
Questo ci rimanda ad un altro aspetto meraviglioso dell’Amore di Dio, l’universalità, il Suo è un Amore che non conosce confini, distinzioni e limiti.
Ecco quindi che ancora una volta Girolamo ci offre una chiave di lettura per la nostra vita.

Spunti per la nostra vita:
Riscopriamo l’universalità dell’Amore, nella consapevolezza, che pur essendo “figli di Girolamo”, e quindi chiamati ad un amore speciale per gli ultimi e gli abbandonati, siamo al contempo chiamati a dilatare il nostro amore a misura dell’universo, possiamo quindi intensificare l’impegno ad amare tutti, ma proprio tutti.