i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 18 dicembre 2005- IV Tempo d'Avvento B 

          «E l'angelo partì da lei» (Lc 1,38)
 

     
   

L’ultima domenica di Avvento, a un passo dal Natale, è la più antica festa mariana della Chiesa; non fa dunque meraviglia che il Vangelo di oggi sia dedicato alla madre che sta per partorire.
Si tratta del bellissimo episodio dell’annunciazione; l’angelo è ‘mandato da Dio’ a Maria, la ‘piena di grazia’, per proporle ciò che è umanamente impossibile: diventare la madre di Dio.
È un momento decisivo: tutta la creazione pende dalle labbra di Maria, in attesa di un suo sì che ha il potere di cambiare e redimere la storia. L’evangelista Luca, dopo che Maria ha detto il suo ‘eccomi’, annota che ‘l’angelo partì da lei’.
Forse ‘partì’ anche per portare a Dio la risposta di Maria, per annunciare al Signore l’obbedienza e l’amore della sua creatura.
È bello pensare che anche da ciascuno di noi, quando rispondiamo di sì ad un invito di Dio, un angelo parte, e reca un annuncio di gioia al Signore.

GG

I commenti precedenti :  - anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web