i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 2000 - I avvento C 

                    “La vostra liberazione è vicina”.
                                                                                           Luca 21, 25-28. 34-36

     
   

         

         Vicina. Ma quanto vicina? Domani, tra un mese… no oggi!

E’ una notizia sconvolgente per chi ha forti attese sulla propria esistenza minacciata dalla malattia, dal futuro incerto per il lavoro, la casa… per un amore che non si sa se rimarrà, se ricomincerà.

          La conversione che il Vangelo chiede è anzitutto di accogliere l’annuncio della nostra liberazione vicina: Dio è colui che compie in modo imprevedibile le nostre ansie.

          E’ questa vicinanza che può lasciarci, stupiti…increduli. Sappiamo tutti i tentativi che noi stessi per primi e altri con noi hanno compiuto e stanno progettando anche sullo scenario della storia, ma che siamo chiamati ad oltrepassare le nostre aspettative e ad abbassare le nostre pretese questo può anche infastidirci.

          E’ infatti troppo debole e ci disarma l’amore che si avvicina ad ogni uomo e si dona come pienezza, compimento, ribaltamento, novità, mette a nudo le nostre paure e presunzioni di salvare noi stessi e gli altri da soli.

          L’amore è l’anima della vigilanza contro le preoccupazioni della vita: se hai paura… ama e lasciati amare.

(rg)
 

I commenti precedenti : anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web