i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 IV avvento C (2000) 

                    “Beata colei che ha creduto”  (Luca 1, 39-48)
 

     
   

            Betlemme, la più piccola città di Giuda, come il figlio più piccolo era Davide che vi fu unto re. Maria un povera ragazza da sposare.

            Nessun requisito per accogliere il divino che viene ad abitare in mezzo agli uomini!

            E’ l’imprevedibile che capita, è la piccolezza che diventa capace di accogliere l’amore fatto persona.

            In questo modo nessun uomo potrò più esserne escluso ed a nessuno sarà più richiesto ciò che non è: basta l’umanità, un’umanità povera ma aperta, disponile anche se lacerata, senza pretese…

            Credere che in ciascuno di noi possa realizzarsi la Parola gravida di promesse che ha travolto la fede di Maria, di Elisabetta, dei piccoli e poveri del Vangelo.

            E’ una gioia condivisile con tutti, perché è di tutti il privilegio di essere coinvolti personalmente nell’avventurarsi di Dio in mezzo, di essere insieme il suo popolo, la sua città.

(RG)
 

I commenti precedenti : anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web