i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 II domenica tempo ordinario C (2001) 

                    «FATE QUELLO CHE VI DIRÀ» (Gv   2,1-12)
 

     
   

1.

Si va prefigurando un disagio imminente. Quante volte mi sono ritrovato in una tale situazione…

A Maria stanno a cuore i novelli sposi. Vuole evitare loro un dispiacere in un giorno così bello e importante.

Lei sa chi far intervenire. Non esita: comunica il tutto a Gesù. Poi, insiste di nuovo: va direttamente alla soluzione riponendola esclusivamente nelle mani di Lui. 

Nei confronti di Gesù ha confidenza piena, un affidamento totale. Una fiducia che la fa andare oltre l’ostacolo. Maria crede in Gesù , nella sua persona, nel suo amore concreto, nel suo coinvolgersi e interessarsi alla condizione umana. 

Anche i servi si fidano e fanno quanto, passo dopo passo,  viene detto loro. Ecco il vino nuovo, il vino migliore: la gioia continua…

Ed io? Quale affidamento faccio su Gesù? Quanto lo coinvolgo nella concretezza della mia vita? Voglio sempre comunicargli quanto mi sta a cuore, lasciando che sia solo Lui ad intervenire?

Faccio o non faccio quello che mi dice? Mi lascio guidare dalle sue direttive dai suoi inviti, senza i se, i ma, i perché? 

Come Maria, come quei servi, adesso sono pronto a fare ciò che la Tua parola mi dice. 

(P.B.)


2.

Con quanta fede e sicurezza Maria dice ai servi queste parole! È sicura Lei, che Gesù non la deluderà.

Senza che gli altri invitati se ne accorgano avvisa Gesù che gli sposi si trovano in difficoltà. Il vino sta finendo e la festa procede. Intercede presso Gesù e umilmente aspetta. Quando sarà il momento il suo desiderio sarà esaudito. Gli sposi non chiedono nulla. Ma Lei, madre, legge nei loro occhi l’ansia di quel momento e interviene. Con umiltà. La sua richiesta è esaudita. I servi non si pongono e non pongono nessuna domanda, nemmeno quando Gesù dice loro di distribuire l’acqua. Ancora non sanno. Capiranno dopo. 

Il primo miracolo di Gesù si è compiuto. Complici dei servi che senza timore hanno obbedito. Hanno ascoltato e accolto la Parola di Gesù mettendola in pratica.

E io? Come mi pongo all’ascolto della Parola di Gesù? Ponendomi dei perché oppure come i servi eseguo con fede e amore quello che mi chiede nella mia quotidianità?

Ho la certezza che di qualunque cosa ho bisogno posso fare intercedere Maria per me e sarò esaudita?

So attendere con umiltà, come Maria il compimento delle mie richieste? 

       (C.S.)

 

I commenti precedenti : anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web