i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 V domenica tempo ordinario C (2001) 

                    "Sulla tua parola getterò le reti"  (Lc 5,5)
 

     
   
Un qualsiasi lavoro diventa molto più difficile e faticoso, quando non da i frutti sperati. Lo sconforto e l’apatia assalgono chi vede tradite le proprie fatiche e le proprie aspettative.

Erano questi i sentimenti di Simone quando incontrò il Maestro che annunciava la Parola alle folle. Gesù saliva proprio sulla sua barca per diventare il suo Maestro, la pietra angolare della sua vita. Il pescatore del mare di Galilea diventava pescatore di uomini, rispondendo con fiducia – sebbene contrassegnato dalla titubanza propria dell’uomo – al comando-promessa del Maestro.

Sono certo che Gesù continui ancora a rendersi presente nella nostra vita, nella nostra quotidianità disillusa e priva di significato; sono sicuro che egli continui a cercare e chiamare poveri uomini e donne per renderli "pescatori", annunciatori, profeti, santi.

Anche io, anche tu, siamo oggetto di questa sua ricerca. Tocca a noi rispondere, tocca a noi farci coraggio per "prendere il largo" e lanciarci nell’avventura grande e terribile del diventare discepoli del "più bello fra i figli dell’uomo"

(FR)

I commenti precedenti : anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web