i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 2001 - XIII domenica tempo ordinario C 

            “Lascia che i morti seppelliscano i loro morti” (Lc 9,6)
 

     
   

Talvolta Gesù sembra proprio severo e implacabile… le sue sentenze ci lasciano di stucco, non c’è scampo, ci richiedono una radicalità alla quale non siamo abituati noi uomini, così spesso impastati di compromessi…

Eppure dietro questa parola di Gesù c’è tutt’altro che severità. C’è un invito pressante alla libertà, quella vera, che è “tu a tu con Dio”. 

Lascia che i morti seppelliscano i morti, ma tu, che sei vivo, vieni e seguimi. Non interessarti di quanto dicono su di te, dei giudizi avventati, delle storie che racconteranno… librati in volo, staccati da tutto per entrare nella vita.

Risuonano anche le parole di Gesù a Pietro, alla fine del Vangelo: “Che importa a te di lui, degli altri, di tutto? Tu, seguimi”.

 

I commenti precedenti : anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web