i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 2002 - II di Pasqua C 

                    «Se non vedo... non crederò» (Gv 20,25)
 

     
   
Una fede forte

Senz’altro ci è di sollievo la fatica del credere di Tommaso. Ci dice che è normale per noi poveri mortali provare la difficoltà della ragione. Ci dice che la fede è un cammino e non ci stupiamo di dover fare i conti con la debolezza di chi prega “credo ma tu aumenta la mia fede”.

Ma forse c’è di più. Sono parole per nulla secondarie quelle che sottolineano l’assenza di Tommaso dalla casa degli apostoli. Evidentemente possiamo considerarla (S.Giovanni ce lo permette) un’assenza non solo fisica ma anche spirituale, una distanza del cuore, della mente, dell’anima. Viceversa, tutto cambia quando si ristabilisce lo “stare insieme”.

Nella comunione ecclesiale, cioè nella fraternità animata dallo Spirito Santo che è Amore, ho la possibilità di vedere rafforzata la mia fede e di fare una autentica esperienza della presenza del Risorto. E’ nella comunione con la Chiesa universale e col fratello della mia piccola comunità che divento capace di credere pur non avendo visto.

 Sembra di vedere concretizzate le parole che dicono che “il fratello aiutato dal fratello è come una città forte” e soprattutto quelle che promettono la presenza di Cristo  “dove sono due o più” uniti nel suo nome.

 

I commenti precedenti : anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web