i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 V quaresima C  (2002)

                    Gv 8,9.11 - Dove passi Tu fiorisce il deserto 
 

     
   

 

«Rimase solo Gesù con la donna…»

     Soli con Gesù: l’esperienza più intima e profonda che l’animo umano possa sperimentare. L’esperienza di una presenza mai imbarazzante o invadente, scrutatrice impietosa dei nostri meandri più scuri, ma liberante, luminosa, risolutiva. Spariscono gli accusatori, siano essi esterni osservatori che “aspettano la mia caduta”, meschini e ingenui compagni di strada dediti alle stesse o simili debolezze, o forse ad altre più veniali… (ma chi può misurarle?) o  siano gli interni sensi di colpa che non si fermano al loro compito di pungolo della coscienza e diventano schiacciante e impietoso indice, intralcio alla rinascita dell’uomo nuovo.

 

«Neanch’io ti condanno; va’ e d’ora in poi non peccare più». 

Scoprire che quando ci sentiamo amati e accettati nei nostri limiti siamo meglio disposti a cogliere quell’ammonimento amoroso a non peccare più: pedagogia  divina dell’amore dove la correzione segue il perdono, dove la carità precede la verità. Una pedagogia che ci ricostruisce dentro, che fa rifiorire il nostro deserto e quello di chi ci avvicina, quando sappiamo donarne anche un piccolo riflesso.

Quale brano meglio di questo può fare da sfondo a san Girolamo che in solitudine, davanti al Crocifisso, domandava misericordia e non giudizio?

 

(FM)
 

I commenti precedenti : anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web