i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 15 febbraio 2004 - VI Tempo Ordinario

                    «Guai...» (Lc 6,24-25)
 

     
   

"Guai a voi...". Non è facile parlare di Gesù quando diventa severo. Forse perché lo conosciamo così accogliente, misericordioso al punto da morire per noi che questa sua severità ci spaventa. Forse è perché quanto da Lui denunciato è talmente e terribilmente grave che va ogni limite di sopportazione, anche quello infinito di Dio che "fa piovere e sorgere il suo sole sui giusti e sugli ingiusti" (cf Mt 5,45).

Ma è ben giusto che Gesù metta in guardia chi sostituisce Dio col denaro e le ricchezze, fondando lì la propria felicità e sicurezza, perché si chiude in sé stesso al punto che neppure la Misericordia può raggiungerlo. E' ben giusto che metta in guardia chi ora è sazio e ride nell'assoluta indifferenza di chi invece di chi è nella fame e nel tormento della sofferenza. In fondo non ci aveva avvertito che qualunque cosa che non abbiamo fatto al più piccolo dei nostri fratelli non l'abbiamo fatto a Lui (cf Mt 25,45).

Il fratello è un cosa seria, è Cristo presente di fronte a noi: non possiamo trattarlo come ci pare. Allora, giustamente: "Guai...".

 RF

I commenti precedenti :  - anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web