i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 19 Settembre 2004 - XXV Tempo Ordinario

        «fatevi amici con l'iniqua ricchezza» (Lc 16,9)
 

     
   

La parabola di Gesù mette in evidenza un mondo di loschi affari e truffe ben stigmatizza la debolezza dell'uomo di fronte alle ricchezze. La falsità e lo sfruttamento sono sempre in agguato, indeboliscono la volontà visto che l'amministratore infedele una volta scoperto teme di doversi mettere a lavorare e cerca una soluzione come sempre fatto, con l'ennesima truffa perpetrata al suo padrone.

Eppure in quel suo tentativo di farsi degli amici con una ricchezza non sua perché questi li possano accogliere viene celata una possibilità di scampo all'uso individualistico delle ricchezze. Possiamo farci degli amici che possano accoglierci nelle loro dimore e questi amici sono i poveri a cui Gesù ha affidato il Regno dei Cieli: loro possono aprirci le porte del regno. Le nostre ricchezze, sempre inique nel linguaggio lucano perché sottratte a chi non possiede nulla, possono diventare i l biglietto d'ingresso di una dimensione nel momento in cui vengono condivise. Ciò che guadagno non lo guadagno solo per me ma anche per i poveri, ed il possesso di quelle ricchezze mi rende responsabile verso di essi.

Un bel cambiamento di prospettiva ma niente di diverso da quello descritto sempre da Luca nel magnificat cantato da Maria di fronte ad Elisabetta: "Ha rovesciato i potenti dai troni ha innalzato gli umili".

 RF

I commenti precedenti :  - anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web