i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 18 aprile 2004 - Ottava di Pasqua,

                                  «Otto»  (Gv 20,19-31)
 

     
   

         'Otto giorni dopo': la Pasqua è festa così grande che non basta un giorno; nella sua preghiera la Chiesa racchiude gli otto giorni tra la domenica di risurrezione e quella di oggi in un'unica grande settimana solenne: l'ottava di Pasqua, una settimana di 'alleluia'.

 

         'Otto giorni dopo…venne Gesù' (cf Gv 20, 26); il Vangelo della seconda domenica di Pasqua è quello dell'apostolo San Tommaso, che da incredulo, prima di vedere Gesù risorto, diventa credente e fa la sua bellissima professione di fede: "Mio Signore e mio Dio!".

 

         È una consolazione per noi vedere come Gesù sostiene la fede debole ed incerta di Tommaso, uno dei Dodici; lo fa fermandosi in mezzo ai discepoli la sera della domenica di Pasqua, e ritornando in mezzo a loro l'ottavo giorno: è la domenica dunque, fin dal momento della risurrezione del Signore, il giorno nel quale Gesù sta con noi in un modo speciale, ci convoca insieme, ci dà la sua pace, la sua gioia, il suo Spirito Santo; e dice, ai discepoli allora, ed a noi oggi: "Come il Padre ha mandato me, anch'io mando voi".

GG.

I commenti precedenti :  - anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web