i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 11 aprile 2004 - Pasqua di Risurrezione

                                  «Non è qui, è risuscitato»  (Lc 24,6)
 

     
   

La domenica è il cuore della settimana cristiana e questa domenica, la domenica di risurrezione, è senza dubbio il cuore dell'anno cristiano. Senza questo cuore, se Gesù non è risorto, tutto il cristianesimo è vano.

 

La parola 'Pasqua' ricorda il verbo greco 'pascho', 'patire': la resurrezione è frutto, per Cristo e per noi battezzati in Cristo, della passione e della morte.

La morte, drago affamato, si è avventata Venerdì Santo sul Crocifisso, come aveva fatto con tutti gli uomini fin da Adamo; ma mangiando quell'Uomo sulla croce è stata ingannata, perché ha inghiottito la vita, Dio, il boccone velenoso che l'ha uccisa.

 

'Pasqua' significa anche festa del 'passaggio': la festa più antica, del passaggio dai pascoli invernali a quelli primaverili, dalla semina ai nuovi raccolti, passaggio del Mar Rosso per il popolo d'Israele, ed ora, per Cristo e per noi in Cristo, la festa del passaggio più importante, quello dalla morte alla vita.

 

Vangelo significa 'buona notizia': 'Non è qui, è risuscitato' non è 'una', ma 'la' buona notizia.

GG.

I commenti precedenti :  - anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web