i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 7 marzo 2004 - II Quaresima

             «il suo volto cambiò d'aspetto»  (Lc  9,29)
 

     
   

Ogni anno liturgico la seconda domenica quaresimale ci propone l’episodio pregnante della Trasfigurazione, ogni anno con sottolineature diverse. Luca la collega esplicitamente alla vicina passione. È di essa che Mosè ed Elia discorrono con Gesù, quasi a incoraggiarlo in un momento decisivo.

Ma è da Paolo che ci proviene la chiave di lettura con la frase “Trasfigurerà il nostre misero corpo per conformarlo al suo corpo glorioso”. Quello che avviene a Gesù è profezia del nostro destino, la trasfigurazione è anche nostra. Una trasformazione che si compirà dopo la morte se sarà iniziata già nella vita. Innanzitutto interiore quindi, nella mentalità, nei sentimenti, negli atteggiamenti. Quando? Ogni volta che “ascolteremo” Gesù, cioè praticheremo le sue parole, dotate di energia trasformante. Osservare il volto e le movenze di anziani santi che hanno fatto della vita un atto di amore ci rivela che questa trasfigurazione informa anche il corpo umano e accende in esso raggi di gloria.

 MM

I commenti precedenti :  - anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web