i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Parola

Il Vangelo domenicale

  commentato in 150 parole

   
  

 

 7 gennaio 2007 - Battesimo del Signore, C 

          «Mi sono compiaciuto» (Lc 3,22)
 

     
   

Col battesimo sul Giordano Gesù si apre la sua vita pubblica. Incomincia con un gesto che può lasciare spiazzati perché si presenta a Giovanni Battista come se fosse un peccatore qualsiasi. Come se non fosse bastato il semplice fatto di essersi fatto carne nel mistero del Natale, Gesù immergendosi nel Giordano s’immerge nell’umanità che arranca, l’umanità fragile ed inconcludente nell’osservanza della legge. Allora il Padre si manifesta, se ne compiace. È una duplice compiacenza. Si compiace del figlio che inizia nel modo migliore la sua missione fra gli uomini, senza emergere e distinguersi da essi ma condividendo in tutto la loro condizione. Così può compiacersi nel Figlio di ogni uomo che a Lui in questo modo è associato. Ormai viviamo in Gesù e il nostro destino è legato al Suo. Siamo esseri per cui il Padre si compiace, nonostante tutto, nonostante la nostra incoerenza e mancanza, perché ormai in Cristo siamo tutti suoi figli. Oggi il Padre si compiace di noi. Non deludiamo le sue speranze su di noi.

RF

I commenti precedenti :  - anno A - anno B - anno C - in ordine per vangeli

 Il foglietto domenicale - il vangelo dei piccoli - la Parola sul web